“Segui il denaro e troverai Cosa nostra”: il metodo Falcone in un docufilm

Mafia: Le Fiamme del Pool, presentato video Finanza
Si intitola “Le Fiamme del Pool” e racconta il lungo “connubio” investigativo tra le Fiamme Gialle e il pool antimafia di Giovanni Falcone il video realizzato dalla Guardia di Finanza col contributo della fondazione Falcone, presentato il 22 maggio nell’aula magna del palazzo di giustizia di Palermo.
Alla vigilia del XXVI anniversario della strage di Capaci, la Guardia di Finanza ha voluto ricordare così le intuizioni investigative e il metodo di indagine introdotto dal magistrato ucciso a Capaci nel contrasto ai clan. “Segui il denaro e troverai Cosa nostra”, diceva il giudice che per primo puntò sui santuari intoccabili delle banche.
Nel filmato ex colleghi di Falcone, come Leonardo Guarnotta, Peppino Di Lello, Gioacchino Natoli e Ignazio De Francisci, ricordano l’importanza delle idee di Falcone che comprese tra l’altro quanto fosse controproducente affrontare le inchieste sui clan parcellizzando il lavoro. “L’idea del pool – ha ricordato il presidente della corte d’appello Matteo Frasca – consentì finalmente lo scambio di informazioni che rovesciò metodo di indagine”.
Alla proiezione hanno assistito, tra gli altri, il presidente dell’Anm Francesco Minisci e il consigliere del Csm Piergiorgio Morosini.
“Il tema della ricerca dei capitali è essenziale – ha detto Minisci – Le mafie sono più subdole e meno violente e hanno maggiore capacità di infiltrazioni”. Presente anche il comandante generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi e la sorella del giudice Falcone, Maria, presidente della Fondazione.